Home » Storia e Territorio » Capoluogo e Frazioni » Torreano

Torreano

 Il nome è d'origine romana, ma le prime notizie della "villa" risalgono al 1282. Una "canipa in cortina de Toriano" è menzionata nel 1320 dal notaio pre Giacomo di Santa Margherita. La "cortina" era l'area su cui sorgeva la chiesa con il sagrato, circoscritti da basse case con finestre piccole e muri perimetrali molto spessi, con funzione di difesa, mentre la "canipa" era la stanza usata come ripostiglio di viveri: due strutture frequenti nei borghi medioevali friulani.

Il territorio si estende dai colli (dove frequenti erano le formazioni boschive e i prati attraversati dalle "armentarezze" su cui si conducevano le mandrie al pascolo) al piano, su cui un tempo si estendevano vasti campi coltivati spesso divisi da paludi e "sfogli" (stagni); sulle pendici di questi colli sorsero, a partire già dal XV° secolo, sontuose ville e freschi giardini che i nobili di città fecero costruire per il proprio diletto. A Torreano si segnalano Villa Italia, dimora di Vittorio Emanuele III° durante la Grande Guerra e divisa in tre proprietà, e la Villa dei Conti di Prampero; della costruzione originaria ( sec. XVII° ) resta la barchessa, il parco, mentre al posto della villa si trova una casa - castello in stile gotico rimaneggiato ideata dal Conte Ottaviano di Prampero (1883).



© Comune di Martignacco | Codice Fiscale 80003990308
Tel. 0432/638411 - Fax. 0432/638419 - Email: affari.generali@com-martignacco.regione.fvg.it
Il nostro indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) è: comune.martignacco@certgov.fvg.it
Tesoreria Comunale – CARI FVG S.p.A.
Coordinate bancarie – IBAN: IT 20 B 06340 12315 06702600002E