Home » Servizi al cittadino » Cultura
Cultura

L’Amministrazione comunale si propone di affiancare alla consueta organizzazione di eventi attività di
- censimento dei beni culturali presenti sul nostro territorio (documentari, architettonici, ambientali …)
- valorizzazione dei beni, con interventi di informazione e promozione nei riguardi della cittadinanza
- elaborazione e progettazione di testi, esposizioni, rappresentazioni …

Nel 2016 è stato pubblicato il sito Album di Martignacco

Fotografie e documenti dall'archivio fotografico della Biblioteca civica "Elsa Buiese".
Numerosi cittadini di Martignacco hanno donato, raccolto, riprodotto i ricordi di famiglia ed hanno inteso donarli alla Biblioteca, così da costituire un “archivio della memoria” a disposizione di tutta la cittadinanza. Un gruppo di volontari ha provveduto alla raccolta dei materiali secondo un modello di ricerca e un metodo scientificamente riconosciuto che permette di conservare e catalogare questo patrimonio. Oggi il lavoro è ben avviato e può continuare con il coinvolgimento e l'apporto di tutti. La pubblicazione on-line amplierà le possibilità di consultazione e si auspica possa favorire ricerche, indagini, studi che consentano di conoscere e divulgare le origini del nostro vivere.

 

Seguendo questo indirizzo, inoltre, sono stati riordinati ed inventariati i documenti dell'Archivio storico comunale; il Consiglio comunale ha approvato il regolamento per la consultazione dei fondi documentari (qui di seguito, alla sezione "Approfondimenti", sono consultabili l'inventario e il regolamento per la consultazione dell'archivio storico). Concluso questo necessario intervento, una raccolta organizzata di informazioni sul comune è a disposizione di studiosi e appassionati, e fornirà sicuramente spunti e indicazioni per ulteriori indagini sul nostro territorio.
AVVERTENZA: Su disposizione del Ministero dell'Interno del 5 febbraio 2007 (prot. com. 3654 del 16.2.2007) è stata dichiarata la non consultabilità dei seguenti atti (in quanto riferentisi a situazioni puramente private di persone e cose):
Cartolari n. 106-108, 112, 113, 114, 115, 116, 117, 118, 119, 121, 122, 123, 124, 131, 147, 151-153, 154, 155, 156-158, 159, 160, 161, 162-163, 170-172, 173, 175, 177, 180, 181, 183, 184, 187-201, 206-212, 214, 215, 216, 415, 416, 417, 418, 419, 420, 421-432, 434-456, 433, 457-469, 470, 472, 502, 506, 508, 509, 511-513, 515-517, 519, 521, 523-525, 651-655.
In particolare non sono liberamente consultabili gli atti contenenti dati idonei a rivelare lo stato di salute, la vita sessuale o rapporti riservati di tipo familiare per la durata di 70 anni dalla loro data.
Limitatamente ai certificati di assistenza al parto (anni 1933-1935  e  1937-1951) la secretazione è elevata a 100 anni dalla formazione dei documenti, ove comprensivi di dati personali che rendono identificabile la madre che abbia dichiarato di non voler essere nominata.

Villa Italia

Un’altra segnalazione meritano le varie iniziative sviluppate in seguito alle conferenze tenutesi nel 2005, in occasione dell’inaugurazione della rinnovata sede della Biblioteca civica, e relative alla permanenza del re Vittorio Emanuele III presso Villa Italia di Torreano di Martignacco dal maggio 1915 all’ottobre 1917. Nel novembre 2008, dopo due anni di studio e ricerche da parte del prof. Giacomo Viola, si è inaugurata l’esposizione “Una Guerra da Re: Vittorio Emanuele III nel Friuli della Grande Guerra”. In questa occasione sono stati raccolti e proposti ai visitatori materiale già in parte conosciuto e documentazione inedita conservata presso l’Archivio Centrale di Stato di Roma, l’Archivio di Stato di Torino, l’Archivio storico dell’Arma dei Carabinieri di Roma, per approfondire un tema poco o per nulla conosciuto da una vasta parte della stessa opinione pubblica. Non sono molti i comuni che possono ricordare di aver ospitato per un così lungo lasso di tempo il Capo dello Stato sul proprio territorio, accogliendo per di più in quel periodo anche diplomatici, statisti e capi di stato. Grazie all’opera del professor Viola ed alla disponibilità della famiglia Zanuttini, attuale proprietaria di "Villa Italia", sono stati esaminati aspetti inediti, anche curiosi, della permanenza del Re, il quale tornò a Martignacco qualche anno più tardi per inaugurare il monumento ai Caduti collocato nella piazza del capoluogo (non a caso intitolata a Vittorio Veneto). Ancora una traccia del regale soggiorno troviamo sullo stemma comunale ove l’ideatore, il professor Carlo Someda de Marco, volle raffigurata la “Stella d’argento d’Italia” per ricordare la presenza del sovrano a Martignacco. Sono stati infine pubblicati i tre volumi de "L'amico del re" per cura dell'editore Gaspari di Udine, in cui si raccolgono i diari del colonnello Avogadro, aiutante di campo di Vittorio Emanuele III. I volumi sono stati inseriti nella collana "I quaderni di Fontebruna", curata dall'Amministrazione comunale.

Dino Virgili

L'attenzione si è inoltre puntata sulla figura e sull’opera di Dino Virgili (Ceresetto di Martignacco 1925 - Udine 1983, scrittore, poeta, critico letterario e insegnante), in occasione del 25° anniversario della scomparsa. In collaborazione con la Società Filologica Friulana e con l’Associazione MACS è nato il progetto “La Bielestele = La Bellastella: omaggio a Dino Virgili dal suo paese natale. L’attività ha avuto inizio con il convegno “In tun sium di Bielestele” svoltosi il 17 ottobre 2008, nell’allestimento dell’esposizione “Sentire di Dino: frut, om, mestri, poete” e nel concorso “Dino e i fruts” riservato agli alunni della Scuola primaria e secondaria di Martignacco, intitolata appunto a Dino Virgili, che verrà riproposto anche per l'anno scolastico in corso.

Cotonificio Cormor

E' stato presentato alla popolazione il volume Cotonificio Cormor tra storia e memoria della concittadina Elisa Picco, edizioni Senaus. Il testo si sofferma in particolare sugli aspetti architettonici del complesso industrale, vero e proprio “paese nel paese”, dove accanto agli impianti di produzione si trovavano alloggi per gli operai, scuole, orti, negozi, uffici postali, …. Anche in questo caso le notizie raccolte sono molte, e soltanto in parte trovano spazio nella pubblicazione, prestandosi perciò per la progettazione di iniziative future. Dopo una breve presentazione a cura dell'Autrice, si è rappresentato lo spettacolo "Tutti mi chiamano bionda" di e con Elena Vesnaver, sulla condizione operaia femminile in filande e cotonifici.

Semençe di curiôs

Nell’ambito dell’edizione 2009 di “Ottobre, piovono libri: i luoghi della lettura”, promosso dal Centro per il Libro, si è voluto infine presentare il "marchio di qualità":

Semençe di curiôs: come dalla curiosità nascano libri e viceversa

Semençe di curiôs” ricorderà ad alcuni l’espressione friulana con la quale si rimproverava, in particolare ai bambini, un’indebita curiosità. Richiama quindi l’irriverenza, la sfacciataggine di chi pone domande, di chi si interessa del mondo che lo circonda appunto “per pura curiosità”; insieme però contiene l’immagine del seme, del germoglio, l’idea e la forza vitale origine di ogni ricerca Con questo “marchio” intendiamo perciò evidenziare e riunire tutte quelle attività, pubblicazioni o eventi che nascono partendo proprio da una domanda curiosa, da un incontro imprevisto o da un suggerimento. Questi spunti iniziali si arricchiscono in seguito del contributo e della disponibilità di più persone sino a divenire un “vivaio” di informazioni, dati e progetti che nascono a Martignacco e che qui si concretizzano a beneficio di tutta la comunità.

Quaderni di Fontebruna

Traccia duratura delle scoperte e delle ri-scoperte si è inteso lasciare a disposizione dei cittadini nei “Quaderni di Fontebruna”, collana di testi curata dall’Amministrazione comunale. “Fontebruna” è antica denominazione della piazza principale di Martignacco, ora piazza Vittorio Veneto, che ospita al centro appunto la “fonte”, cioè la fontana progettata dalla ditta Girolamo d’Aronco (inizi sec. XX). Nel 2007 l’Amministrazione comunale ha dato avvio alla collana chiamata appunto “I Quaderni di Fontebruna”, proponendosi di pubblicare testi relativi agli aspetti storici, artistici, ambientali… riguardanti la nostra comunità. I volumi, se ancora disponibili, possono essere richiesti presso la Biblioteca comunale.

  1. Segni d’arte a Villa Ermacora: incisioni di artisti dell’Accademia di Belle Arti di Venezia Comune di Martignacco, 2007. Catalogo delle incisioni donate al Comune dalla professoressa Onorina Frazzi ed esposte nella mostra che si è svolta presso la sala polifunzionale di Villa Ermacora dal 6 al 27 ottobre 2007. Contiene una scheda relativa alla recente ristrutturazione di Villa Ermacora.
  2. Una guerra da Re: Vittorio Emanuele III nel Friuli della Grande Guerra di Giacomo Viola e Marco Zenatelli. Gaspari, 2007. Approfondimento sulla permanenza di Vittorio Emanuele III a “Villa Italia” di Torreano di Martignacco (maggio 1915 – ottobre 1917) a seguito dell’esposizione svoltasi presso la sala polifunzionale di Villa Ermacora dal 3 novembre al 1° dicembre 2007.
  3. Il Sigîl de gnove Ete di Luigino Peressini e i fruts de Scuele Primarie di Martignà Comune di Martignacco, 2007. L’ambiente naturale del “Parchi comunali dei Prati del Beato Bertrando e del Lavia “ e le sue ricchezze vengono raccontate in forma fantastica dai fumetti e dai disegni di Peressini e degli alunni della scuola di Martignacco. Con la collaborazione degli alunni e delle insegnanti della Scuola primaria “Dino Virgili” di Martignacco e della Direzione didattica di Pasian di Prato.
  4. Agricoltura friulana nel primo Ottocento: il caso Martignacco di Enos Costantini. Comune di Martignacco, 2008. Attraverso la trascrizione di documenti conservati presso l’Archivio di stato di Venezia si delinea un’immagine dell’agricoltura martignacchese del periodo e di conseguenza sulle condizioni di vita della popolazione.
  5. Osserviamo insetti e ragni nei Parchi comunali di Martignacco e di Pasian di Prato A cura di Pietro Zandigiacomo. Comune di Martignacco - Comune di Pasian di Prato, 2008
  6. Osserviamo piante e vegetazione nei parchi comunali di Martignacco e di Pasian di Prato di Gualtiero Simonetti, a cura di Marta Watschinger. Comune di Martignacco - Comune di Pasian di Prato, 2008
  7. Cotonificio Comor tra storia e memoria di Elisa Picco. Senaus, 2009
  8. L'amico del re di Francesco degli Azzoni Avogadro. Gaspari, 2009. Diario di guerra dell'aiutante di campo di Vittorio Emanuele III  (volume primo, maggio 1915 – marzo 1916) .
  9. Parco del Beato Bertrando Comune di Martignacco, 2010. Opuscolo-poster con mappa illustrata e notizie sul Parco, ripiegato in cartella.
  10. L'avifauna dei Parchi comunali di Martignacco e di Pasian di Prato di Valter Simonitti. Comune di Martignacco, Comune di Pasian di Prato. 
  11. Dino Virgili   ...Chel frut dai cuei. Par cure di Giannino Angeli e ricuarts di Alberto Picotti. Comun di Martignà, Societat Filologjiche Furlane, 2011.
  12. L'amico del re di Francesco degli Azzoni Avogadro. Gaspari, 2011. Diario di guerra dell'aiutante di campo di Vittorio Emanuele III (volume secondo, aprile - dicembre 1916).
  13. Nogaredo cuorcontento: la musiche di Naret di Prat. A cura di Luca Nazzi e Giovanni Libralato. Pro loco Par Naret, 2012.
  14. L'amico del re di Francesco degli Azzoni Avogadro. Gaspari, 2012. Diario di guerra dell'aiutante di campo di Vittorio Emanuele III (volume terzo, 1917).
  15. Martignà. A cura di Carlo Venuti. Numero unico pubblicato dalla Società Filologica Friulana in occasione del suo 93° Congresso (Martignacco, 2 ottobre 2016).



Approfondimenti

>   Regolamento per la consultazione dell'Archivio storico comunale
>   Inventario dell'Archivio storico comunale



© Comune di Martignacco | Codice Fiscale 80003990308
Tel. 0432/638411 - Fax. 0432/638419 - Email: affari.generali@com-martignacco.regione.fvg.it
Il nostro indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) è: comune.martignacco@certgov.fvg.it
Tesoreria Comunale – CARI FVG S.p.A.
Coordinate bancarie – IBAN: IT 20 B 06340 12315 06702600002E